Il Progetto

Il Progetto Forum delle Scuole Storiche Napoletane

 

 

L’opposizione tra avvenire e passato è assurda. Il futuro non ci porta nulla, non ci dà nulla; siamo noi che per costruirlo dobbiamo dargli tutto, persino la nostra vita.

Ma per dare bisogna possedere, e non possediamo altra vita, altra linfa che i tesori ereditati dal passato e digeriti, assimilati, ricreati da noi. Tra tutte le esigenze dell’anima umana nessuna è più vitale del passato (Simone Weil, L’enracinement, Parigi 1949).

 

 

 

                                                   

PRESENTAZIONE

 

                La memoria del futuro sta nella capacità del presente di trasmetterla; sta nella cura per il passato, per la sua eredità  accumulatasi nelle emergenze monumentali, negli archivi, nelle biblioteche, nei musei. Una risorsa per il nostro futuro sta, dunque, nella nostra capacità di conservare e valorizzare i nostri immensi beni culturali.

                Alla scuola, bene comune intergenerazionale, dove si incontrano le generazioni di oggi e quelle del passato, spetta un compito peculiare: la formazione della coscienza storica e la trasmissione del nostro patrimonio culturale alle generazioni future.

                Favorita dall’evolversi in un milieu ricco di tracce di un passato di oltre venticinque secoli, formato dalle stratificazioni di popoli e culture, la consapevolezza storica produce un senso di identità e appartenenza, senso civico e amore per la città, disponibilità ad un confronto consapevole con altre culture, altri popoli.

                La partecipazione delle scuole storiche di Napoli potrà essere l’occasione di recuperare e valorizzare, mediante un processo di riappropriazione collettiva (insegnanti, studenti, genitori, cittadini del quartiere, ecc.), il diffuso patrimonio di archivi, biblioteche, oggetti museali scolastici.

Si tratta di un centinaio di scuole dei dodici antichi quartieri della città, dei villaggi e dei comuni ad essa aggregati nel 1926.

                Molte scuole furono istituite subito dopo l’Unità in monasteri e dimore signorili, in cui ancora permangono. Esse rappresentano i diversi ordini e gradi del sistema scolastico: elementari, secondari dei diversi indirizzi (liceale, tecnico, artistico, professionale, nautico, agrario, tessile, ecc.).

                Il patrimonio delle scuole che in molti casi giace accatastato e dimenticato non è inerte. E’ stata, infatti, esemplare l’attività di alcune scuole che hanno costituito musei (Istituto Tecnico A. Volta, Istituto d’Arte F. Palizzi, Liceo Vittorio Emanuele II, Istituto Nautico Duca degli Abruzzi), riordinato archivi e biblioteche.

                Dai documenti d’archivio, dalle Cronache e dagli Annuari si può ricostruire la storia delle scuole napoletane e contribuire con la loro storia “minima” alla “grande” storia. Esemplari per la ricostruzione di spaccati di vita vissuta sono le mostre e i libri prodotti dalle scuole elementari G.Bovio e G.Leopardi.

                La realizzazione del Progetto Forum delle Scuole Storiche Napoletane potrebbe stimolarle a salvare in modo non effimero il loro prezioso patrimonio attraverso adeguate pratiche didattiche, a rappresentarlo a genitori, cittadini, visitatori e a conservarlo come fonte permanente di suggestioni per future attività e ricerche.

                Il Progetto è stato discusso in una riunione di circa trenta capi d’istituto, tenutasi il 22 Settembre 2011 nella quale il prof. Francesco Di Vaio è stato incaricato della redazione definitiva e della funzione di coordinamento e raccordo con tra le scuole e con le istituzioni culturali.  Il Liceo Vittorio Emanuele II è stato designato come scuola capofila.

Progetto Forum Scuole Storiche Napoletane
progetto forum.doc
Documento Microsoft Word [158.0 KB]
Programma Grande Guerra.pdf
Documento Adobe Acrobat [516.7 KB]

Forum Scuole Storiche Napoletane
Via San Sebastiano 51
80134 Napoli

Tel. 081 459142

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Forum Scuole storiche napoletane via san sebastiano 51 80134 napoli Partita IVA: